martedì 24 febbraio 2009

Il carnevale del Rabadan: chiacchiere allo Champagne


Questo post è un post non previsto, in genere faccio un post quando riesco meglio il weekend, ma oggi ho detto, i miei figli sono al Carnevale di Bellinzona con la tata e stasera gli faccio trovare delle belle chiacchiere. Il carnevale di Bellinzona è una ricorrenza storica dal 1862. Il nome rabadan è dialettale che vuole dire baccano. L'origine di questo termine risale alle Crociate, dove gli impavidi cavalieri appresero dai Musulmani, la tradizione del Ramadan, di giorno riposavano ma la sera si divertivano canti e balli e abbondanti libagioni. Da qui il termine fare baldoria fare rabadan, che i cavalieri paragonarono al carnevale cristiano, che invece è l'inizio della quaresima e del digiuno fino alla Pasqua. Tanto che sconcerta un po' ma il piatto di carnevale non sono le chiacchiere, ma il riso con le salamelle, per indicare ultimo giorno di baldoria e di libagione prima delle restrizioni di quaresima.
Imagine di proprieta del sito http://www.rabadan.ch/, il sito ufficiale del carnevale
Cosi ho pensato ai miei figli di fare una sorpresa e portare le chiacchiere da Bologna dove mi trovo lavoro,
cosi vado nella pasticceria sotto l'ufficio in centro:
D.Quanto costano le chiacchiere?
R. 37 euro!
D. Accidenti!
R. Ma sono cotte in forno, sa!
D. Si nel forno dell'Emiro del Quatar? No grazie!
Cosi sono andato via senza chiacchiere, credo che sia un furto una cifra cosi, in altri negozi uguale dalle 25 alle 32 euro, per un chilo di chiacchiere mi sembra eccessivo, costa meno la carne e il pesce e cosi lemme lemme.... ho detto perchè non le faccio io, sono entrato in un supermercato, uova,burro, farina, olio di oliva per friggere, una bottiglia di champagne per dare un tocco di "allure". Ho speso in proporzione otto euro tenendo conto del peso degli ingredienti e che ho messo in conto solo i due bicchieri non tutta la bottiglia, senza champagne avrei speso 5 euro arrivare a 37 ce ne vorrebbe ancora, 37 euro proprio non mi andavano giù. Ho preso come sempre il treno Bologna Milano Lugano (si faccio il pendolare transfrontaliero ogni tanto), sono sceso alla stazione due passi a casa, una sbirciata ai vostri blog e via per le chiacchiere.

Ingredienti: 1 kg di farina bianca del dolci, 80 gr di zucchero, 150 gr di burro, 4 tuorli, un pizzico di sale, olio per friggere io uso olio di oliva, zucchero a velo, 2 bicchiere di champagne (o del vino bianco secco o dello spumante)


Preparo la sfoglia con la farina, burro sciolto, le uova, sale, zucchero e champagne, preparo la pasta, la lavoro bene e la stendo con il mattarello, taglio con la rondella per dolci e poi friggo in olio caldo a mano a mano ed eccole qua, mi rendo conto che tutti voi le avete fatte, io è la prima volta, al rientro le hanno trovate belle e pronte avete presenti gli aborigini fatte fuori un battibaleno, un ora di lavoro finita in 5 minuti neanche.


78 commenti:

  1. Mi hai fatto troppooooo ridere con l'Emiro del Qatar hai fatto benissimo a non comprarle e poi vuoi mettere il sapore che gli da' il forno di casa tua con quello dell'Emiro ^_____^.
    Buona serata e felice Carnevale.

    RispondiElimina
  2. Perfette!!! Allora buon martedì grasso :-))) e mi piace molto il tocco francese!

    RispondiElimina
  3. la chiacchiera allo champagne mi mancava proprio!Che chic che chic.bravo bravo..

    RispondiElimina
  4. caspita che bravo! complimentoni, queste chiacchiere sono perfette!
    buona giornata.

    RispondiElimina
  5. Ciao Gunther!

    Ammazzate 37 euro! Hai fatto bene a non comprarle e a farle da solo.

    Per me ti sono venute buonissime, anzi di più, perchè con quel tocco champagnoso sono très chic :-)
    Haiavuto una bella ed elegante idea!

    Buona giornata :)

    Carla

    RispondiElimina
  6. Hai ragione!e poi farle con le proprie mani dà più soddisfazione!!che classe con lo Champagne, complimenti!!!

    RispondiElimina
  7. Ciao! ma davvero costano così tanto le chiacchere???
    per fortuna noi abbiamo mamma e nonna che ci si mettono!!
    particolari con lo champagne..davvero molto delicate!!
    un bacione

    RispondiElimina
  8. E invce io conoscevo il tuo, di blog :D

    Ripeto, non mi piacciono molto i dolci carnevaleschi, ma fiocchi e champagne è così elegante. Potrebbe essere una rivisitazione del consueto "ostriche e champagne" eheh

    *

    RispondiElimina
  9. Ciao!Lo champagne non l'ho mai provato nell'impasto delle frappe, ho sempre messo la grappa...però mi sembra un'ottima idea la tua!! :-)
    Già, tra stenderle, infiocchettarle, friggerle, spolverizzarle un po' di tempo ne passa...ma i bambini si sa, sono così!!Loro... :-)

    RispondiElimina
  10. Complimenti, le tue chiacchiere sono perfette: la prima volta che ho provato a prepararle, il risultato era simile a dei biscotti ....
    Interessante la presenza dello champagne.
    Ciao

    RispondiElimina
  11. E' vero....le chiacchiere sono davvero troooopppo care! E poi sono sicura che non erano buone come le tue! A vederle mettono un'acquolina...ci credo che i tuoi figli se le sono spolverate! Un abbraccio :-)

    RispondiElimina
  12. Dovevo andare a Bellinzona domenica scorsa per il Rabadan ma poi non sono andata...cavoli 37 euro??!! Ma sono matti!! Le tue sembrano buonissime e lo champagne gli da sicuramente un tocco in più!!

    RispondiElimina
  13. oui oui le chiacchierè au champagne sont très chic et bons.
    Merci delle bellissime ricette, come sempre
    Jackie de Ribes

    RispondiElimina
  14. Non impazzisco per i dolci carnevaleschi, ma ho trovato interessantissima l'introduzione sulle origini del carnevale di Bellinzona. E le tue chiacchiere, che io chiamo cenci, hanno un aspetto molto bello!

    RispondiElimina
  15. Ma che buone devono essere allo champagne!!! :-))) buona giornata...

    RispondiElimina
  16. buonissime!!! adoro le chiacchiere ma aimè sono a dieta quindi posso solo sognarmele di notte! :-)

    RispondiElimina
  17. sei davvero un mito!!mamma mia che buone che sono e poi con la variente dello champagne...a napoli costano pochissimo:-)
    baci imma

    RispondiElimina
  18. ahahaha... carina.. il forno dell'Emiro!!! Ma hai proprio ragione, questo tipo di dolci ha dei prezzi allucinanti!! Quest'anno niente fritti, ma mi sono segnata la tua bella preparazione, grazie!!

    RispondiElimina
  19. Arrivo in ritardo il martedì graso è passato ma fa lo stesso queste chiacchiere allo champagne no le avevo mai sentite! Sono venute bellissime!

    RispondiElimina
  20. Mi hai fatto ridere con l'Emiro del Qatar , LA HAI FATTO BELLISSIME.
    cOMPLIMENTI.

    RispondiElimina
  21. ma sono stupende!! che bell'idea con lo champagne!!! i tuoi figli sono fortunati!!!! bacini!!

    RispondiElimina
  22. mamma mia che buone che sono domani le vorrei fare anche io, ci credo che se le siano spazzolate tutte :-) ciao Ely

    RispondiElimina
  23. altro che la pasticceria ladra!!:)))
    le tue chiacchiere allo champagne sono superlative!!!

    RispondiElimina
  24. Hai fatto benissimo a preparare da te le chiacchiere, ti sono uscite davvero belle, e scommetto che sono buonissime!

    RispondiElimina
  25. Troppo forte Gunther, sei strepitoso !!!
    Però hai ragione: c'è troppa gente che se ne approfitta, troppo spesso....
    E poi la gioia per i tuoi figli di mangiare le chiacchiere fatte da te.... (ma quante ne hai fatteee??? :-D)

    RispondiElimina
  26. questi saranno piu buoni di questi comprati gia pronti. ma costano tantissimo. non lo sapevo. dato che non sono Italiana. Qui il periodo prima della pasqua si chiama randan che dcredo che deriva da ramadam pure'. complimenti per le chiacchiere sembrano buonissimi :)

    RispondiElimina
  27. hai fatto immensamente bene! ma roba da furto!!! pazzesco quei costi! chissà che profumo con lo champagne!

    RispondiElimina
  28. wow questa ricettina è niente male!!

    RispondiElimina
  29. complimenti per l'enorme sfogliiona tirata! roba da amarcord di fellini:))
    e per il tocco franscese mais oui! e merci bien!!

    RispondiElimina
  30. grazie per le notizie storiche, hai fatto benissimo con pochi euri una ricettina chic, se ti và passa ho postato ricetta che potrebbe andare bene x i tuoi figli, rhum a parte ciao

    RispondiElimina
  31. Gunther, e hai fatto benone! 37 euro è un furto! E poi sono convinta che a te le chiacchiere sono venute ancora meglio!
    Grazie per il racconto sul Carnevale, sono piccole chicche da scoprire zona per zona e da conservare in memoria!
    Un bacione e buona notte!

    RispondiElimina
  32. Accidenti, potevo fingermi tua figlia per una sera.
    Certo una figlia vecchia ciuccia grande e grossa...

    RispondiElimina
  33. Io le ho fatte 20 anni fa e poi non le ho fatte più ma mi hai fatto venire una gran voglia.
    Beati i tuoi figlioletti :-))

    RispondiElimina
  34. Hai fatto benissimo a non comprarle erano troppo care....io mi sono rifutata di comprarle in una panetteria in di Bergamo perchè costano € 20 al kg e mi sembrava esagerato....€ 37 al kg è un autentico furto....e poi le tue sono perfette e sfiziose....ciao

    RispondiElimina
  35. 37 euro sono decisamente un furto,
    bravo meglio prepararle da soli, sarebbe stato, come si dice dalle mie parti, uno schiaffo alla miseria!

    Però devo dire che la versione champagne mi mancava!

    un abbraccio

    RispondiElimina
  36. grazie dei complimenti gunther be' le tue chiacchiere sono uno spettacolo!!!ciao a presto!!!

    RispondiElimina
  37. Complimenti Gunther, non solo per l'idea e tutto il resto... ma per la sfoglia!!! Tirata a mano con il mattarello... Bravo!
    Non è facile, non ci sono mai riuscita!
    ;-)))

    RispondiElimina
  38. complimenti Gunther, se le tue prime volte sono così, mi immagino quando ci prendi la mano! Anche io mi ribello in coro con tutti gli altri per i prezzi di forni e pasticcerie, a Milano sono matti, ma neanche a Bologna si scherza! La Sicilia per fortuna ha tutt'altro tenore di prezzi, ma è molto, molto a sud. E poi i fritti fatti in casa mi rassicurano di più, soprattutto perchè si usa olio fresco e non riusato chissà quante volte, deve essere deleterio per la salute. Ciao

    RispondiElimina
  39. Spesso, come dice mia figlia, andare in pasticceria o anche solo dal panettiere è quasi come andare in gioielleria!!
    Che favola quella sfoglia !!
    Mi ricorda quella che tirava mia suocera che era grande quanto un mezz'ettaro e poi, per farla sciugare creava la bolla in centro!!!

    RispondiElimina
  40. Quando ho fatto la prima volta le chiacchiere, prima e unica, ho unto un'intera cucina per avere un risultato più o meno...orribile, ah ah! Ci credo che i tuoi ragazzi le hanno volatilizzate alla velocità della luce, beati loro che trovano una merenda così a casa! Grazie per aver riportato la storia del Carnevale di Bellinzona, mi incanto a leggere il tuo blog, è meraviglioso. Buona serata

    RispondiElimina
  41. Gunther, sei fantastico! Hai fatto più che bene a lasciare lì le chiacchiere, 37 euro per un chilo sono una follia! e sicuramente quelle fatte in casa sono tutta un'altra cosa, noi personalmente non siamo mai rimasti soddisfatti dalle chiachciere o da altri dolci di Carnevale acquistati già pronti, sono sploverati da quantità industriali di zucchero a velo e solo quello incide parecchio sul peso finale e poi il sapore, spesso non è il massimo e magari sono in vetrina dal giorno prima. Saremmo vecchio stile e poco pratici, ma certe cose preferiamo farcele da noi, anche per la soddisfazione, non solo per il costo! Sei stato bravissimo, ci immaginiamo la soddisfazione dei tuoi figli. Non conosciamo quello champagne, ce lo consigli?
    Un caro abbraccio da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  42. mi spieghi la storia del rhum senza alcool x dolci' non sapevo neppure l'esistenza, mi dici per favoe il nome della marca ,cosi posso fare il budino x mia madre 85 enne grazie e buona serata

    RispondiElimina
  43. ciao
    che bella la storia del carnevale di Bellinzona, e il nome così particolare anche noi lo usiamo per indicare un fracasso infernale.
    Mai comprato nemmeno io le chiacchiere o frappe o altri dolci di carnevale, sempre fatte in casa, per tradizione. non sapevo che costassero così care, comunque vuoi mettere la bellezza e la fragranza delle tue? emanano profumi e aromi anche via foto
    complimenti per la sfoglia
    buona serata
    marg

    RispondiElimina
  44. buone le chiacchiere... è uno dei pochi dolci tipici che è trasversale a tutte le regioni: chiacchiere, frappe crostoli, cenci,sfrappole, galani, ecc. ecc.

    RispondiElimina
  45. ma queste sono chiacchiere di lusso!!! un bacione buon w.e.
    ;-D

    RispondiElimina
  46. cavolo, 37 euro mi sembrano un po carucci! mi informerò sui prezzi qui a livorno....io le ho fatte una sola volta, e il risultato è stata una puzza tremenda in giro per tutta casa! allora aspetto i "cenci" (da noi si chiamano così) di mia sorella Epa, li fa benissimo e sono eccezionali, la ricetta è diversa dalla tua: 350 gr. farina-3 uova-3 cucchiai di zucchero-3 cucchiai di rum (o vin santo)-un pizzico di sale.
    ma come hai fatto a friggere un chilo di chiacchiere? coraggioso e bravissimo!

    RispondiElimina
  47. grazie ho capito cosa intendi la bagna puoi farla in 2 minuti in casa e dosare l'alcool ,è un classico della cucina napoletana,si mette sui babà,se vuoi cerco e ti mando ricetta buona giornata e divertiti anche x me per le vie di lugano che conosco benissimo

    RispondiElimina
  48. Bravo, Gunther. Spero che le chiacchiere a 37 euro gli siano rimaste tutte sul groppone.

    RispondiElimina
  49. Bravo, Gunther. Spero che le chiacchiere a 37 euro gli siano rimaste tutte sul groppone.

    RispondiElimina
  50. grazie per essere passato sul mio blog, ne hai uno molto ben fatto tu, per me cucinare dei dolci di carnevale è ancora un sogno proibito! e ben frequentato anche il tuo blog, tutte belle signore! ^^
    e bravo il papà che cucina, così si fa!

    RispondiElimina
  51. Caspita 37 euro!
    Molto meglio a farle in casa...no!
    Complimenti, io non riesco a fare una sfoglia cosi :-((

    RispondiElimina
  52. ciao gunther, stamani ero in centro a livorno, ho dato una occhiata ai prezzi delle chiacchiere: 16 euro, anzi 15.90 euro al chilo. mi sorge un dubbio...ma non è che hai l'ufficio sopra la pasticceria "cova"? bacioniiii!!!!

    RispondiElimina
  53. 37 euro sono una follia, ma anche 25!! Gli ingredienti (tranne nel tuo caso, ti sei viziato con lo champagne!) sono davvero poveri, ed il lavoro non e' neanche eccessivo, l'unica e' che sono molto leggere, quindi un kg di chiacchiere sono davvero una montagna (complimenti ai tuoi aborigeni!!!!!)

    RispondiElimina
  54. @77mele grazie
    @twostella, lo champagne era per renderle ruffiane
    @sciopina chic diciamo cosi:-))
    @betty grazie
    @carla grazie buon weekend
    @mattarella c'è anche soddsifazione
    @manusilvia beate che voi che avete mamma e nonna
    @tartina o'mamma sono famoso :D
    @zucca e rosmarino un alternativa
    @lenny grazie
    @ romy grazie
    @laura se vieni su avvisami
    @signora de ribes è un onore che arrivi fino a qui, sono lusingato
    @onde 99 è il carvale ticinese la mia nuova "patria"
    @micaela a dieta pochine
    @barbara finalmente il pc non si è bloccato e ti ho fatto un commento!
    Kitty's averti fra noi è sempre un piacere
    @cibercuoca grazie
    @Sara grazie
    @ely in effetti si sono volatizzate
    @chiara grazie
    @babi si ahimè un peccato non farvele assaggiare
    @jajo una caterba!!!
    @snoody grazie
    @lo si aromatizzano bene le chicchiere
    @pamy grazie
    @papavero di campo, non ti racconto la fatica per farla la sfoglia
    @ rossa di sera grazie
    @ marili ti capisco è faticoso
    @soleluna grazie

    RispondiElimina
  55. @anicestellato un abbraccio
    @gianchef grazie ma lo chef vero sei tu noi solo replicanti
    @annarigheblu una fatica la sfoglia!!
    @caposud si olio è importante
    @mammazan fortunatamente la bolla no
    @lepupillegustative, per fare conoscere una cosa nuova
    @graziue sabrina e luca siete sempre molto carini, no lo champagne era quello che costava meno, non credo sia il top, non era male era molto secco
    @marcella ti ho rispoto sul tuo blog
    @marguerited grazie
    @mariolin si ogniuno le fa come vuole
    @mammadeglialieni, sai che tutti i lettori per email mi chiedono di te, si friggono con il coraggio della disperazione e tenendo le finestre aperte
    @marcella si credo sia la stessa cosa, credo eh
    @giovanna spero anche io
    @damadelbosco dai tempo al tempo i le chiacchere le ho fatte a 43 anni
    @nicoleta, sai quante ho provato!!
    @mammadelgialieni si in centro ma in una pasticceria famosa si chiama taveggia zona tribunale dove andava la callas (cosi dicono!), mi ha scritto una signora da bologna dice che anche a lei 37 in centro a bologna
    @ciboulette un chilo sono tante lo so ma sai i bimbi, la tata, i vicini di casa, alla fine non c'erano più

    RispondiElimina
  56. decisamente da provare queste chiacchiere:-)
    Annamaria

    RispondiElimina
  57. Le tue sono veramente chiachiere raffinate!!
    Ciao

    RispondiElimina
  58. (^_^) ciao Gunther,come va! ihihihi!!! sei troppo forte

    però che spreco lo champagne nelle chiacchiere magari saree meglio bere dello champagne mentre si fanno due chiacchiere (-_^) ihihihi!!!!

    apparte gli scherzi ti sono venute veramente bene complimenti ☺
    un abbraccio baci baci

    RispondiElimina
  59. Scelta davvero saggia! ;-)

    37€ O_O incredibileeeeeeeeeeee


    Un abbraccio!! :-)

    RispondiElimina
  60. bellissime le tue chiacchere!!!!
    anche io le ho fatte questa settimana (un'ora di lavoro divorate in 5 minuti)...solo che le ho preparate con una meno nobile "grappa".
    ciao e buona settimana

    RispondiElimina
  61. grazie per le indicazioni buon inizio di settimana

    RispondiElimina
  62. fantastica l' affermazione sull'emiro :D ... poi, in fondo le chiacchiere sono davvero molto semplici da preparare e davvero motlo buone!!
    a presto!

    RispondiElimina
  63. Complimenti Gunther, la tua sfoglia è semplicemente perfetta!
    Hai ragione a Milano queste cose non si possono comprare, meglio farsele, soprattutto se il risultato è questo ;-) buona settimana!!!

    RispondiElimina
  64. buone le chiacchiere allo champagne, ho letto della tua disavventura nella pasticceria, da noi erano sui 10/12 euro ma non erano mica tanto buone, anche se a farle in casa rimane tutto unto e la puzza di fritto ti rimane addosso e devi iniziare dallo schiampo, però anche io le ho fatte su richiesta dei figli e le ho fatte con il vino bianco sono venute buonissime un abbraccio

    RispondiElimina
  65. buone le chiacchiere allo champagne, ho letto della tua disavventura nella pasticceria, da noi erano sui 10/12 euro ma non erano mica tanto buone, anche se a farle in casa rimane tutto unto e la puzza di fritto ti rimane addosso e devi iniziare dallo schiampo, però anche io le ho fatte su richiesta dei figli e le ho fatte con il vino bianco sono venute buonissime un abbraccio

    RispondiElimina
  66. Una volta ero a corto di vino e l'unica cosa che sono riuscita a recuperare per le frappe era una insospettata bottiglia di gala caffé (ma come diavolo c'era finita in dispensa?). Non erano male, ma certo con lo champagne dev'essere tutt'altra cosa!
    Marika

    RispondiElimina
  67. complimenti per le tue belle chiacchiere, mi piace vedere la sfoglia sul lungo mattarello.
    Tutto il racconto è molto piacevole e interessante. Prometti che non dovremoaspettare che finisca la Quaresima per goderne di un altro ^_^

    RispondiElimina
  68. Lieta di essere stata scoperta e di aver scoperto te e il Rabadan! Un storia davvero divertente! Se i tuoi dolci sono buoni la metà di come e scrivi e di quanto sono belli.. beh...hai dei figli fortunati!
    Un saluto e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  69. L'emiro del qatar sarebbe felice di papparsi 'ste meraviglie! spero che la tua risposta l'abbia detta al fornaio e non solo pensata! Il mattarello è favoloso, anche io quest'anno le ho fatte per la prima volta,ma con la macchina per la pasta e insieme alla nonna bis. Interessante lìidea del vino. A presto

    RispondiElimina
  70. Ciao, sono passata per caso dalle tue parti, ma trovo che il leggerti sia una vera delizia. Mi sono soffermata sul post delle chiacchiere perché per un attimo mi hai riportato (svariatamente) indietro nel tempo e ricordato della festa che si faceva in casa nostra quando arrivava il momento di fare le frappe (cosí si chiamano da noi). Che bei ricordi e che bella persona che sei!
    Buona giornata e a presto!
    Mik

    RispondiElimina
  71. champagne. lo champagne non è altro che uno spumante francese. in italia abbiamo spumanti migliori per qualità a quelli francesi. c'è un'alternativa italiana per lo champagne?
    a presto
    roberto

    [nuovo lettore del tuo blog]

    RispondiElimina
  72. @roberto, benvenuto champagne e spumante sono due cose diverse, ai più può apparire uguale perchè il metodo è quasi simile, ma quello che è differente è la provenienza il territorio,la vigna, l'uva, il metodo di lavorazione.Io non paragono lo champagne allo spumante italiano, ci sono degli ottimi spumanti italiani e degli ottimi champagne, come dei champagne mediocri e dei spumanti altrettanto. Nel mio caso ho scelto lo champagne perchè avevo bisogno di un gusto molto secco e perchè lo avevo in casa e dovevo pur consumarlo

    RispondiElimina
  73. quindi posso sostituire lo champagne con uno spumante secco?
    la mia non era una critica allo champagne o qualcosa del genere, volevo solo sottolineare che per gli spumanti il made in italy non ha niente da invidiare ai cugini francesi a cui voglio tanto bene ^_^

    RispondiElimina
  74. sai per fare le chicchiere ci vuole un vino che sia sufficientemente secco e con le bollicine, c'è chi mette perfino il marsala! io personalmente se dovessi sostituire lo champagne mi viene in mente lo spumante trentino metodo classico o al franciacorta spumante dell'azienda il mosnel, no invece al prosecco e all'asti spumante piemontese per la note dolce di moscato, perchè la chiacchiere la nota dolce gliela deve dare lo zucchero al velo

    RispondiElimina
  75. Prima di tutto grazie per la visita al mio blog e per i complimenti!
    Poi, cavolo...pensavo fossero care a Bergamo, dove il prezzo medio è sui 18-20 Eruo al chilo...

    RispondiElimina