domenica 1 novembre 2015

Tagliatelle con barbabietola rossa, formaggio ed erba cipollina

Non ci sono misure o la si odia o la si ama stiamo parlando della Barbabietola rossa, fino a pochi anni fa non la mangiavo, poi complice un po' di viaggi in oriente come in Iran dove la barbabietola arrostita è un cibo da strada, ho iniziato a familiarizzare con la barbabietola, ma per tanti anni l'ho sempre rifiutata.
Come si fanno le tagliatelle con la barbabietola si aggiunge la barbabietola lessata, si trovano già in vendita cotte è sufficiente frullarla, attenzione consigli d'aggiungerla poca per volta, perchè quelle già cotte sono ricche d'acqua, quindi metterne nell'impasto un po' per volta.
Anche l'aggiunta di uova deve essere fatto al momento in base alla farina e alla barbabietola, normalmente ce ne vogliono 5 ma visto l'aggiunta della barbabietola meno, valutate la consistenza dell'impasto in base alla vostra esperienza.
In questo caso ho messo un misto di farina e semola per avere un impasto più ruvido adatto alle tagliatelle ma potete adoperare anche solo farina bianca, anzi nel caso di pasta per tortelli o ravioli meglio solo farina bianca.
La scelta del formaggio nel condimento è libera, ci vorrebbe il Graukase del Sud Tirolo, che viene prodotto nella zona di Vipiteno, secondo me per mio gusto si può scegliere anche un formaggio più saporito come il Pustertaler Val Pusteria oppure dolce come lo Stelvio, oppure quelli che trovate nella vostra zona, non deve mancare invece un po' di erba cipollina perchè aggiunge un ottimo aroma.
Dal punto di vista nutrizionale la barbabietola ha poche calorie, un carico glicemico basso e un elevato potere antiossidante, una buona risorsa per la Vitamina A e la Vitamina K, si distingue per un interessante contenuto di Vitamina B9, Ferro e Magnesio.


Tagliatelle con barbabietola rossa, formaggio ed erba cipollina
Ingredienti
Per le tagliatelle alla barbabietola
250 g di farina 00
250 g di semola di grano duro (potete adoperare anche solo farina bianca 00)
3 uova + 1 tuorlo
1 confezione di barbabietole già cotte 
sale
250 g di formaggio di formaggio Graukase o quello che più vi piace
1 bicchiere di latte o panna, oppure acqua di cottura
erba cipollina

Preparate prima le tagliatelle
Frullare una barbabietola e tenerla da parte, di almeno 125 g e fate a pezzi quelle che avanzano.
Mettere le due farine insieme, aggiungere le uova e poco alla volta il frullato di barbabietola fino alla consistenza desiderata, lavorate bene l'impasto come per le normali tagliatelle, una volta finito coprirlo con uno strofinaccio e lasciarlo riposare almeno un ora.
Riprenderlo farla e piccoli passi e passarlo nella Nonna Papera la macchina delle tagliatelle, prima su numero uno poi due, poi lo spessore desiderato, per quando mi riguarda il numero quattro, passatelo nel rullo delle tagliatelle (se siete bravi tirate la sfoglia e poi tagliatele a coltello).
Stenderle e coprirle di farina, potete prepararle anche il giorno prima.
Lessare le tagliatelle in abbondante acqua salata attenzione cuociono presto in genere.
Preparate la salsa, fate il formaggio a pezzi e fatelo sciogliere con un po di latte o panna a fuoco lento.
Scolate le tagliatelle e passatele a mantecare nella padella con il formaggio, alla fine aggiungere sopra della barbabietola a dadini , sale e pepe a seconda del gusto, un fiocco di burro e a fuoco spento un po' di erba cipollina.


25 commenti:

  1. Che bel colore e che buon gusto, mi piace tanto. Anche noi la usiamo ogni tanto in diverse preparazioni, da colore e gusto ed è molto salutare ! Buona domenica !

    RispondiElimina
  2. mia madre la ama io sinceramente non l'ho mai assaggiata, non so neanche perchè, però questa cosa di metterle nell'impasto mi attira un sacco!
    buona domenica
    Alice

    RispondiElimina
  3. Que color tan bonito tiene este plato de pasta.
    Un saludito

    RispondiElimina
  4. Applausi, un piatto bellissimo da vedersi e tanto gustoso!!!!

    RispondiElimina
  5. ma che bontààààà!!!!! e poi...bellissimo da vedere questo piatto!!! bravissimo!!! ti copio subitooo!!!

    RispondiElimina
  6. ma che bravo!! davvero molto bravo, hanno un aspetto allegro, il chè a tavola ci vuole! cromoterapia anche a tavola, a volte si vedono piatti grigi e tristi,non trovi? questa volta però non ti replico caro, perchè appunto, come dici tu, non la amo molto, non la odio, quello no, ma mi nausea, mi stufa il sapore, peccato perchè il colore (e il fatto che abbia molte proprietà e poche calorie )...la rendono simpatica ed invitante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. lo so lo so che non ti piace, ma non c'è niente di speciale, sono tagliatelle che chiunque può fare in casa con la Nonna Papera

      Elimina
    2. non sminuirti.. sei (oltre che pazzesco in quanto a memoria..) molto bravo! non è questione di nonna papera è questione di azzeccare l'umidità della pasta, la proporzione degli ingredienti e lo spessore dai! su, sei molto bravo e basta :-)

      Elimina
    3. olio di gomito, dopo un po di volte che la fai, che ti sporchi le mani capisci se la pasta è giusta o meno

      Elimina
    4. giusto! comunque meno male che hai generato dei Gunther junior.. che non vada perso il tuo dna! Visto che tu non puoi essere corteggiato dovresti creare un giveaway, un link party, un contest.... chiami a raduno la famiglia (uomini of course - fratelli, cugini, e così via ammesso che ce ne siano dato che casa tua regna il matriarcato) fai indossare una pettorina col numero e li metti in fila (sai tipo sospettati dietro un vetro.. nei film polizieschi fanno così) poi noi povere blogger che se vogliamo qualcosa di buono dobbiamo cucinarcelo.. e se stiamo male dobbiamo andare in farmacia pure con 40 di febbre eccetera) partecipiamo all'evento. Tiri a sorte e chi vince sceglie il malcapitato ( bencapitato dipende) e noi ci portiamo a casa un tuo fac-simile. Eh? è un'idea? eh? ... ok vado a finire il grappino e vado a nanna.

      Elimina
    5. mi fai morire dal ridere,si a casa mia regnano le donne, su otto solo due uomini, ho in casa sia la suocera che mia madre e una zia, pensa!!!

      Elimina
  7. Non dirmi che devo farmi un viaggetto in Iran pure io ;)
    Non mi attira molto lo ammetto, ma trovo queste tagliatelle molto invitanti. Devono essere davvero gustose.
    Buona settimana

    RispondiElimina
  8. A me piacciono un sacco le barbabietole!

    RispondiElimina
  9. anche io ammetto che non le adoro, ma le ho sempre mangiate solo in insalata...dovrei iniziare a provarle cucinate in altro modo.

    RispondiElimina
  10. Ma che bel primo piatto colorato e gustoso! Le barbabietole le consumo molto in insalata, mai fatte le tagliatelle! Ottima idea, da provare! Buon inizio di settimana, ciao!

    RispondiElimina
  11. Questa ricetta mi ispira moltissimo, alcuni anni fa aveo provato dei ravioli di rapa rossa con un ripeno di caprino , mi erano piaciuti molto. Ricetta segnata. Un saluto, Daniela.

    RispondiElimina
  12. Caspita che bella idea quella di utilizzare la barbabietola per fare la pasta! Molto originale e sicuramente golosissima :)

    RispondiElimina
  13. Grazie per le tue parole e la tua vicinanza, un abbraccio grande grande anche a te

    RispondiElimina
  14. ma sai che la barbabietola mi piace proprio, solo che non riesco ad usarla nelle preparazioni, quel rosa carico che si forma mi inibisce un pochino... invece concordo sui formaggi che hai citato... li conosco bene e farei follie per un buon GrauKase, qui non si trova ma lo scorso anno me lo sono portato a casa dalle vacanze e ci ho fatto dei ravioli speciali... queste tagliatelle vanno provate... devo superare la prova colore! un abbraccio e buon w-e!

    RispondiElimina
  15. Caro Gunther, questo piatto è decisamente bellissimo e che colori...
    sei stato bravissimo!!!
    Dolce serata e felice week-end!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina
  16. Che bei colori! Davvero invitante !

    RispondiElimina
  17. in effetti se ci penso bene credo di non averla mai cucinata la barbabietola rossa. Dovrò rivalutarla visto il bel piatto che sei riuscito a realizzare!!
    buona domenica!!

    RispondiElimina
  18. molto particolari le tue tagliatelle, sono assolutamente da provare. Bravissimo.

    RispondiElimina